Il mistero di Tutankhamon: svelata la morte per incidente stradale

maschera-di-tutankamun-incidente-stradale

Sembra ormai svelato il mistero della causa della morte del Faraone più giovane della storia d’Egitto. Secondo gli esperti, infatti, non dovrebbe essere stato vittima né di avvelenamento né a causa della malaria e neanche per cause riferibili ad aggressioni, con l’interessamento dell’osso del femore e della nuca, come si credeva.

Ultimamente sono stati eseguiti esami con i nuovi metodi e tecnologie ed è stato possibile arrivare alla conclusione che il giovane Faraone sia stato vittima di un incidente stradale. Infatti, le fratture sono comparabili a quelle che normalmente si riportano nei comuni e più attuali incidenti automobilistici.

Un gruppo di antropologi inglesi, dopo aver esaminato un frammento di carne del Faraone con potenti strumenti, hanno decretato che il corpo è stato bruciato ad un’alta temperatura (circa 200 gradi) ma non è questa
la causa della sua morte.

Questa ipotesi potrebbe essere avvalorata dalle analisi che farebbero pensare ad un processo di imbalsamazione non sufficientemente adeguato, eseguito con resine usate per bagnare le bende che a contatto con l’ossigeno, hanno bruciato la pelle del giovane.

Studiando ogni centimetro della mummia si arrivati alla conclusione che il ragazzo sia rimasto vittima di uno scontro. Possedeva carri molto leggeri, con i quali riusciva a raggiungere anche i 40 km orari e, probabilmente andando a quella velocità, potrebbe essere caduto e, nell’atto di rialzarsi, essere stato investito dal carro che lo seguiva.

I suoi carri dovevano essere trainati da due cavalli e, come si può vedere, visitando il museo del Cairo, potevano trasportare due persone, ma si presume che il Faraone, data la sua giovane età, amasse correre come i giovani di ogni era, per divertimento e con un pò troppa spensieratezza e così in quel giorno dell’anno 1323 a.C., ha perso la vita con la sua “Spider”, in una corsa fatale.

La sua breve vita e la scoperta della sua tomba, nella Valle dei Re, hanno da sempre incuriosito gli egittologi ma non solo, chi non è rimasto abbagliato dalla sua “maschera” d’oro e dalla sua storia affascinante? Posso senz’altro dire che, chi come me, ha visitato quei luoghi, ne è stato colpito e l’emozione provata resta dentro per sempre.


Informazione libera online.
Resta aggiornato cliccando su Mi Piace

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current month ye@r day *